SICUREZZA CHIMICA E AMBIENTALE

Crediti: 
3
Settore scientifico disciplinare: 
CHIMICA ORGANICA (CHIM/06)
Anno accademico di offerta: 
2017/2018
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

ITALIANO

Obiettivi formativi

al termine dell'attività formativa lo studente dovrebbe aver:
- acquisito le necessarie conoscenze relative al quadro normativo di riferimento oggetto del programma
- imparato i linguaggi e metodi relativi alla sicurezza con specifico riferimento all'ambito chimico
- saper recepire i linguaggi disciplinari di settori professionali correlati (di ambito giuridico, ingegneristico, sanitario)

Prerequisiti

laurea triennale di ambito scientifico con solide basi di discipline chimiche.
Ogni studente deve aver ottemperato alla formazione obbligatoria dei lavoratori in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro così come previsto dal D.Lgs. 81/08

Contenuti dell'insegnamento

Lettura critica degli aspetti chimici contenuti nel D.Lgs 152/06 e s.m.i., 81/09 e s.m.i., D.Lgs 105/15

Programma esteso

Il corso si articola in due fasi strettamente interconnesse.
Parte prima: richiami su classificazione, etichettatura e packaging (CLP) di agenti chimici; limiti di infiammabilità, triangolo del fuoco, estintori; miscele esplosive; limiti di esposizione: Valore limite di soglia (TLV), TLV-TWA, TLV-STEL, TLV-C; agenti cancerogeni.
Parte seconda:
- relativamente a D.Lgs. 81/08: titolo IX (sostanze pericolose) dall'art. 221 al 245, con relativi allegati
- relativamente al D.Lgs. 152/06: parte III e parte V e relativi allegati
- D.Lgs. 105/15:

Bibliografia

il materiale didattico utilizzato durante le lezioni sarà fornito dal Docete agli studenti del corso

Metodi didattici

Crediti 3, 21 ore di lezione frontale in aula

Modalità verifica apprendimento

Esiste il solo esame finale, che accerta l'acquisizione delle conoscenze e della abilità così come stabilito negli obiettivi formativi.
L'esame è scritto, valutato in trentesimi e consiste in 15 domande a risposta chiusa e 5 a risposta aperta. Ad ogni risposta chiusa è assegnato un punto, mentre per quelle aperte fino a 3 punti ciascuna. La lode viene assegnata qualora nelle risposte aperte il condidato/a dimostri di utilizzare in modo particolarmente corretto il linguaggio proprio della disciplina